Gli impollinatori: quanto sono importanti per la cosmesi?

Api e impollinatori rappresentano l’elemento chiave dei tre quarti delle produzioni agricole del mondo, tanto che il 20 maggio viene celebrato il World Bee Day, ovvero la Giornata Mondiale delle Api, il cui scopo consiste nell’informare le persone sia riguardo loro estrema importanza per alimentazione, cosmesi e medicina, sia circa i pericoli capaci di mettere a repentaglio la loro sopravvivenza.

Wax Secret : il metodo di epilazione brasiliana

Wax Secret da sempre attenta a queste tematiche, è metodo di epilazione che ha riscosso uno straordinario successo in tutta Italia, trasformando l’epilazione in un vero e proprio trattamento-rituale di benessere grazie al sapiente utilizzo di prodotti e cere di ultima generazione.

Attività di api e impollinatori

Le api e gli impollinatori volano di fiore in fiore e dalla suddetta attività dipende il 75% dei raccolti a scopo alimentare del mondo, il 90% delle piante da fiori selvatiche e il restante 35% dei terreni coltivati in ogni parte del pianeta.
Questi laboriosi e instancabili insetti supportano infatti la produzione di ben 87 prodotti agricoli, basti pensare a caffè, cipolle, cacao, mele, mandorle, cetrioli, fragole, zucche, cetrioli e frutti rossi, senza i quali si verificherebbero non solo ingenti perdite economiche, ma anche vitaminiche, dato che molti cosmetici sono realizzati proprio con essi.

Tutti i pericoli di api e impollinatori

La Giornata Mondiale delle Api ricorda e mette in guardia i consumatori sul reale pericolo d’estinzione dei queste creature.

La causa principale della loro estinzione è da attribuire ad alcune attività dell’uomo come l’ampio utilizzo di pesticidi, monocolture, agricoltura intensiva, inquinamento, consumo dei suoli e infine l’innalzamento delle temperature globali.

Cosa comporta per il api il cambio di temperatura?

Da quando le stagioni hanno cambiato il proprio ritmo, le fioriture anticipano di molto la loro attività, causando di conseguenza la scomparsa di farfalle, impollinatori invertebrati e farfalle.

Giornata delle Api: perché si festeggia il 20 maggio?

La Giornata Internazionale delle Api si festeggia proprio il 20 maggio in memoria di Anton Janša, un pittore e allevatore di origini slovene famoso perché rientra tra i pionieri dell’apicoltura moderna.
È stato infatti lui a comprendere che i fuchi, nonché gli esemplari maschi delle api, hanno la facoltà di fertilizzare la regina a mezz’aria e non ricoprono pertanto il solo ruolo di portare l’acqua agli alveari.

L’importanza degli impollinatori per la cosmesi

Questa creature sono tanto piccole quanto importanti non solo per il settore alimentare, ma anche per quello medico e cosmetico.
Molti articoli vengono infatti realizzati con la cera oppure con i principi attivi contenuti all’interno dei frutti e delle piante da esse impollinate.
Bisogna inoltre tenere a mente che i prodotti dell’alveare sono stati tra i primi rimedi naturali impiegati dall’uomo fin dalle epoche storiche più remote, in quanto dotati di tangibile efficacia.

impollinatori e cosmesi

impollinatori

Quali sono i principali sostanze dell’alveare usate nei cosmetici.

Nei cosmetici trovano ampio spazio le seguente sostanze dell’alveare:

– miele:

il suo inci name è mel ed è senza ombra di dubbio il prodotto maggiormente impiegato e conosciuto.
La trasformazione del nettare dei fiori genera il miele che è a base di zuccheri (soprattutto glucosio e fruttosio), acqua, vitamine e grassi;

– polline:

il suo inci name è pollen. Le cellule germinali maschili dei vegetali spermatofiti compongono il polline che è presente nelle antere dei fiori;

– cera:

chiamata nel gergo inci cera alba, viene prodotta quando le api sono obbligate a mangiare le eccedenze di miele.
Con la cera alba vengono prodotti rossetti, stick labbra, ombretti, creme da massaggio e molto altro ancora.

No Comments

Post A Comment